Le macchie della pelle negli anziani

//Le macchie della pelle negli anziani

Le macchie della pelle negli anziani

  • macchie pelle

Sono lesioni della pelle discromiche, nella maggior parte dei casi si presentano di colore marrone scuro e marrone-brunastro. Trattamenti e terapie devono essere affiancati dall'uso di creme schiarenti e di una buona fotoprotezione

Le macchie cutanee, o macchie della pelle, sono lesioni della pelle discromiche che possono assumere diverse tonalità di colore. Nella maggior parte dei casi si presentano di tonalità marrone scuro e marrone-brunastro, ma possono presentare anche sfumature rossastre e talora biancastre. I metodi per eliminarle sono molteplici e li illustreremo di seguito, dopo aver esaminato le cause e le caratteristiche dei vari tipi di macchie cutanee.

Prenota una visita dermatologica

Macchie della pelle, le cause scatenanti

I fattori scatenanti la formazione delle macchie della pelle negli anziani sono molteplici. Le macchie cutanee possono essere:

  • Correlate ad un invecchiamento cutaneo
  • Conseguenti a un’eccessiva esposizione ai raggi solari
  • Successive all’assunzione e/o applicazione di sostanze fotosensibilizzanti
  • Secondarie ad alterazioni ormonali o metaboliche

Nella maggior parte dei casi compaiono sul viso, ma altre sedi tipiche sono il dorso delle mani, il tronco, il dorso e gli arti sia superiori che inferiori.

Macchie del viso: melasma ed efelidi

Nel viso, frequente è la comparsa del melasma che colpisce le regioni centro facciali come la fronte, la regione del baffetto e delle guance. Si rende visibilmente evidente per la presenza di aree iperpigmentate di colore brunastro a margini irregolari e nella gran parte dei casi è conseguente a uno squilibrio ormonale per gravidanza o per uso di contraccettivi e si manifesta soprattutto in estate con l’esposizione solare.

Soprattutto nei fototipi chiari è frequente la comparsa di efelidi dovute a una ipermelanosi epidermica caratterizzata da piccole macchie di colore bruno chiaro localizzate al viso, alle braccia e alle gambe. Queste insorgono tipicamente in età infantile, presentano una predisposizione genetica e si rendono maggiormente evidenti nella stagione estiva.

Macchie della pelle: lentigo solari e lentigo senili

Le lentigo solari sono conseguenti a pregresse scottature solari o a eccessive esposizioni solari. Si tratta di macchie di forma irregolare e colore variabile dal marrone scuro al bruno, localizzate nelle aree esposte alla luce solare.

In età adulta, con il passare degli anni, si possono riscontrare le lentigo senili. Queste macchie, conseguenti infatti all’avanzare dell’età, sono legate ad aumento di melanina e melanociti e di norma localizzate al viso e al dorso delle mani.

Metodi per eliminare le macchie della pelle: gli alfaidrossiacidi

Fra i metodi per rimuovere le macchie cutanee, risultano essere molto utili gli alfaidrossiacidi, che hanno funzione esfoliante e idratante:

  • Acido salicilico: favorisce la rigenerazione delle cellule e dona luminosità all’incarnato
  • Papaina: favorisce il turn over cellulare
  • Acido cogico: contribuisce a inibire la produzione di melanina
  • Pratolina comune: genera luminosità cutanea e riduce la comparsa delle macchie
  • Liquirizia: possiede note proprietà schiarenti e antinfiammatorie
  • Esapeptide-2: è un peptide ad azione rapida schiarente che contribuisce efficacemente ad una riduzione della sintesi della melanina

Metodi di rimozione per macchie solari e scure

Il Laser CO2 frazionato micro ablativo con azione combinata a radiofrequenza consente di correggere le imperfezioni cutanee come macchie solari e senili, pigmentazioni della cute più o meno rilevanti e allo stesso tempo contrasta gli inevitabili effetti del tempo, come rughe e lassità. Agisce in modo unico sulla rigenerazione dei tessuti, stimola la produzione di nuovo collagene con conseguente ringiovanimento. Per iniziare a vedere i primi risultati sono necessarie 2-3 sedute a distanza di 45-60 giorni l’una dall’altra.

Il Sistema IPL è indicato per le macchie più scure o color caffelatte, le lentiggini o le efelidi. Questo metodo schiarisce le macchie progressivamente, uniformando il colore della pelle. Il trattamento dura pochi minuti, la pelle si arrossa solo lievemente ed essendo un trattamento più superficiale, deve essere ripetuto più volte rispetto al laser CO2.

Sistemi per rimuovere macchie come couperose o rosacea

Il Sistema laser NdYag viene utilizzato per macchie come couperose o rosacea, macchie rossastre o capillari del viso, del collo e anche delle gambe. Grazie all’emissione del raggio laser a emissione “multi pulsata”, in grado di emanare diverse lunghezze d’onda, questo sistema consente di rimuovere efficacemente le macchie in pazienti con fototipi sia scuri che chiari e di preservare l’integrità della pelle circostante anche nelle aree più delicate. Il numero di sedute, da effettuare una volta al mese circa, dipende dalla quantità di pigmento della macchia, generalmente sono sufficienti tre sedute.

Micro-peelings

Il Micro-peelings si utilizza con lo scopo di favorire l’eliminazione della componente iperpigmentata più superficiale. Il numero di sedute varia a seconda del tipo di melasma, solitamente da una a quattro e vengono effettuate ogni 15 giorni circa. Si tratta di peeling come il Jessner, mix di resorcina, acido lattico e acido salicilico o il Melanostop (un peeling leggero che favorisce l’inibizione della melanogenesi agendo sull’iperattività dei melanociti), in grado di ottenere un primo effetto sbiancante e Dermamelan Mask, per macchie più profonde.

Questo trattamento consta di una maschera che viene applicata in studio dal medico e che viene tenuta in posa dalle sei alle otto ore. Il trattamento è di un’unica seduta. Il paziente è in grado di uscire dalla studio in maniera presentabile e di andare a casa dove, dopo qualche ora, può rimuovere la maschera sciacquando il viso con acqua e sapone. Per qualche giorno la pelle sarà sensibile con un arrossamento di grado variabile e vi sarà una leggerissima desquamazione che tuttavia non interferirà in alcun modo con la vita sociale.

La metodica E.A.S.T.

La metodica E.A.S.T. (Electrical Arc Sublimation Therapy) è in grado di rimuovere immediatamente e in una sola seduta le lentigo solari. I pazienti più sensibili beneficiano dell’applicazione di una crema anestetica 10 minuti prima del trattamento, dopodiché la sensazione sarà di leggero bruciore assolutamente sopportabile. Nei 5-7 giorni successivi saranno presenti delle sottili crosticine che cadranno spontaneamente e l’unica accortezza da parte del paziente sarà quella di applicare 2-3 volte al giorno una crema lenitiva fino a caduta delle croste e di proteggere le zone trattate dal sole con filtro solare 50+. È sufficiente di solito una sola seduta o al massimo un ritocco a distanza di due mesi per le macchioline più ostinate.

Hollywood peel consiste nell’applicare sulla pelle un gel fatto di microparticelle di carbonio e di passare successivamente la luce laser a basse energie. L’integrazione fra gel, pelle e laser conferirà alla pelle un aspetto compatto e luminoso.

Il protocollo Jalwhitening

Tra i nuovi trattamenti combinati, il protocollo Jalwhitening prevede quattro sedute di acido ialuronico a elevato peso molecolare combinato con 8 agenti depigmentanti, flavonoidi, vitamine e aminoacidi. Nei casi più difficili si può abbinare questo protocollo con sedute di Dermamelan, una maschera abrasiva a base di acido cogico, acido fitico, vitamina C, retinolo e fattore K, molto efficace sulle iperpigmentazioni e che conferisce un aspetto più luminoso.

Macchie cutanee in età adulta

Le macchie della pelle rossastre solitamente si fanno evidenti nell’età adulta. Tra le cause della loro formazione vi è una predisposizione genetica associata ad alterazioni ormonali. Si tratta di angiomi, lesioni benigne dovute ad una iperproliferazione vascolare. Si localizzano solitamente nel tronco, ma non di frequente possono osservarsi anche agli arti e sul viso.

Le macchie bianche sono di difficile interpretazione e questo perché possono rappresentare una condizione patologica come la vitiligine o essere secondarie ad un processo infiammatorio.

Le lentigo senili, lesioni di frequente riscontro, sono difficili da debellare e tendono, nonostante le terapie effettuate, a recidivare nel corso degli anni. Esistono numerosi trattamenti, dal laser Q-swiched a peeling chimici.

Prenota una visita dermatologica

Quali creme usare?

È bene sottolineare che qualsiasi trattamento effettuato dovrà essere accompagnato da una terapia domiciliare con creme schiarenti e una buona fotoprotezione spf molto alta.

Esistono metodi per eliminare le macchie in modo naturale?

A oggi non esistono metodi naturali efficaci per il trattamento delle varie macchie.

Foto: People photo created by prostooleh – www.freepik.com

2022-08-18T14:07:24+02:00 17 Agosto 2022|Categories: Famiglia|0 Commenti