Latte sì o latte no?

//Latte sì o latte no?

Latte sì o latte no?

Abbiamo messo a confronto due dei nostri esperti di alimentazione su uno dei temi più dibattuti della nostra epoca: il latte fa bene o fa male?

Latte sì o latte no? È vero ciò che sostiene qualcuno, cioè ch sia un alimento che porta più danni che benefici, soprattutto in età adulta? O è un’indispensabile fonte di principi nutritivi?

Abbiamo rivolto la domanda a due esperti, mettendo a confronto le loro posizioni: il dott. Giuliano Ubezio, dietista ed esperto di educazione alimentare e la dott.ssa Micaela De Rubertis, nutrizionista esperta in dieta vegana e vegetariana, entrambi parte del nostro team che, secondo la nostra filosofia, integra anche nell’alimentazione approcci diversi per dare a ciascun utente la risposta più possibile individualizzata e migliore.

De Rubertis: Il latte ha il significato biologico di far sviluppare il cucciolo della stessa specie della madre: l’uomo, bevendo il latte vaccino o di capra, va contro questo principio perché si nutre del latte di un’altra specie in età adulta.

Ubezio: Questo discorso vale per molti altri alimenti, perciò non lo ritengo corretto, la nostra alimentazione si base sull’assunzione di alimenti di altre specie

De Rubertis: Di seguito un elenco dei principali motivi per cui il latte non è adatto alla salute dell’uomo:

• è troppo ricco di sostanze nutritive, in particolare grassi e proteine, che in età adulta sono non solo inutili ma anche dannose;

• contiene lo zucchero lattosio: in età adulta l’organismo smette di produrre l’enzima utile a digerire questo zucchero (lattasi), per questo l’intolleranza al lattosio nell’adulto è molto comune: negli Stati Uniti, fino al 22% degli adulti è affetto da carenza di lattasi mentre i Nord-Europei hanno la prevalenza più bassa (circa il 5%). Nell’ Europa centrale la prevalenza è circa il 30% e nell’Europa del sud sfiora il 70%, come negli Ispanici e negli Ebrei. L’ espressione e l’attività della lattasi iniziano a diminuire nella maggior parte delle persone intorno ai 2 anni di vita;

• contiene gli ormoni della crescita, che stimolano le cellule dell’organismo a proliferare. Nell’adulto questo fenomeno può tradursi, nella migliore delle ipotesi, in fenomeni leggeri come ad esempio l’acne (eccessiva stimolazione delle ghiandole sebacee), ma anche in tumori, infatti alla base dell’insorgenza tumorale c’è una proliferazione eccessiva e senza controllo di alcune cellule;

• inoltre, un argomento ancora dibattuto, la digestione dei latticini provoca un’acidificazione del sangue: l’organismo per tamponare questa acidità e ristabilire una condizione neutra preleva dalle ossa il calcio. Questo è il motivo per cui si sospetta che i latticini possano essere una delle cause dell’osteoporosi.

 

Ubezio: È fondamentale bilanciare gli apporti nutritivi degli alimenti, così da poter assumere in giuste dosi alimenti di ogni genere. A mio avviso il latte si può assumere in situazioni non patologiche e/o in persone che non hanno patologie infiammatorie, perché essendo un prodotto molto acido ed essendo assunto quotidianamente ed eccessivamente, crea appunto aumenti delle infiammazioni.

Il problema è che nella nostra alimentazione c’è un abuso di latte e derivati, sopratutto nel nord Italia: ovvio che l’abuso non è corretto. Se si mangiano durante la giornata altri alimenti contenenti latte o derivati, il consumo giornaliero di grassi saturi e di sostanze infiammatorie risulta elevato e si scatenano fenomeni di intolleranza proprio per il meccanismo della lattasi spiegato sopra. A mio avviso il latte non va completamente demonizzato, anche perché esistono altri ingredienti molto più dannosi come l’olio di palma, che sono invece contenuti in moltissimi cibi. Ma all’interno di una dieta bilanciata si può inserire alternando con altri prodotti (latte di soia, riso, avena, mandorle, capra, kefir).

 

Foto kris69/ Freeimages

2021-07-12T17:12:29+02:00 30 Marzo 2015|Categories: Benessere|1 Commento

Un commento

  1. Francesco Mori 19 Maggio 2015 al 19:41

    Ma ho sempre saputo che il latte contenendo calcio era utile perle ossa : ora non piu’?

Commenti disabilitati