Cosa cura la fitoterapia?

//Cosa cura la fitoterapia?

Cosa cura la fitoterapia?

  • fitoterapia-cura

La fitoterapia è quella pratica terapeutica che prevede l’utilizzo di piante per la cura di diverse patologie e affezioni o per il mantenimento dello stato di salute.

La fitoterapia cura diverse affezioni e disturbi fisici e psichici, e costituisce un valido supporto alla salute dell’essere umano. Anche se viene spesso confusa con l’erboristeria e altri tipi di cure naturali, la fitoterapia è in realtà una branca della farmacologia con proprietà e caratteristiche specifiche. Ma di cosa si tratta precisamente?

Vediamo per quali patologie può essere utile, quali vantaggi ha, e cosa la distingue dalle altre terapie basate su prodotti naturali. 

Prenota una visita olistica

Che cos’è la fitoterapia?

La fitoterapia è una branca della farmacologia che si avvale delle proprietà terapeutiche delle piante e delle preparazioni da esse ottenute per la cura di diversi disturbi e affezioni. Il significato letterale del termine è infatti quello di “curare con le piante”, dal greco: phytos (pianta) e therapéia (cura).

A questo scopo, la fitoterapia si avvale di specifici trattamenti e metodi estrattivi per realizzare prodotti in forme farmaceutiche standardizzate e purificate nei costituenti chimici responsabili dell’azione farmacologica.

Cosa distingue la fitoterapia dalle altre cure naturali?

I farmaci fitoterapici sono piante, funghi e licheni dalle proprietà terapeutiche che devono essere distinti dai prodotti di erboristerie e dalle erbe semplici.

Anche se spesso si tende a utilizzare il termine “fitoterapico” per indicare in maniera generica qualsiasi prodotto di origine vegetale, è bene sapere che non tutti i rimedi naturali sono prodotti fitoterapici.

I medicinali fitoterapici sono ufficialmente approvati dall’Agenzia italiana del farmaco (AIFA), e la loro efficacia, sicurezza e qualità sono verificate. In altre parole, questi farmaci sono ritenuti formalmente in grado di trattare una malattia o uno stato patologico. Per alcuni di questi è indispensabile la prescrizione medica, mentre altri possono essere acquistati come medicinali da banco.

È importante, dunque, sottolineare che fitoterapia non è sinonimo di erboristeria, naturopatia, medicina alternativa o non convenzionale. La fitoterapia non aderisce a filosofie e credenze religiose, ma si basa sugli stessi metodi della medicina scientifica tradizionale.

Che tipo di sostanze curative contengono le piante medicinali?

Le piante medicinali contengono diverse sostanze curative e principi attivi che, come abbiamo detto, possono essere impiegati per la cura di affezioni e patologie sia fisiche che psicologiche, e per mantenere il benessere globale dell’individuo. Tra le sostanze contenute nei vegetali figurano:

  • Oli essenziali e resine
  • Fenoli e polifenoli
  • Flavonoidi
  • Glicosidi
  • Alcaloidi
  • Alcammidi.

Queste sostanze sono in grado di interferire con le componenti del nostro organismo e possono avere proprietà di diverso tipo, per esempio:

  • Antibatteriche
  • Antimicrobiche
  • Antimicotiche
  • Antiossidanti
  • Antinfiammatorie
  • Lassative.

Quali sono le piante medicinali?

Le piante medicinali contengono sostanze che possono essere utilizzate per scopi terapeutici o che sono precursori per la sintesi di farmaci. Le piante che vengono impiegate in fitoterapia sono molte e diverse tra loro. Tra le principali ricordiamo ad esempio: 

  • Arnica
  • Acido folico 
  • Agar
  • Aloe
  • Aloe vera (Aloe gastrointestinale)
  • Biancospino
  • Boldo
  • Cardo mariano
  • Cascara
  • Centella
  • Cimicifuga
  • Cumino
  • Edera
  • Fragula
  • Frangula
  • Genziana
  • Ginko biloba
  • Ginseng
  • Ippocastano
  • Iperico
  • Luppolo
  • Melissa
  • Menta
  • Mirtillo
  • Ortica
  • Olio di ricino
  • Passiflora
  • Propoli
  • Serenoa
  • Semi di psylium
  • Senna
  • Rabarbaro
  • Valeriana
  • Zenzero.

Quali sono i prodotti fitoterapici? E a cosa servono?

I prodotti fitoterapici sono tutti quei medicinali, come detto sopra, il cui principio attivo è una sostanza vegetale. Sono formati da una miscela di sostanze vegetali bioattive che possono essere utilizzate a scopo curativo e preventivo.  In genere, i medicinali fitoterapici vengono impiegati per:

  • Prevenire e curare malattie di lieve entità
  • Mantenere il benessere generale
  • Integrare i trattamenti della medicina tradizionale. 

I farmaci fitoterapici possono trovarsi in commercio sotto forma di compresse, capsule o sospensione da assumere per via orale. 

Fitoterapia: cosa cura?

La fitoterapia può essere utile nella prevenzione e nel trattamento di condizioni di diverso tipo. Le preparazioni medicinali ottenute dalle piante possono alleviare o contrastare molti disturbi, per esempio:

È possibile, inoltre, praticare un’ulteriore distinzione, in base alla patologia che i rimedi fitoterapici vanno a trattare, e in base al tipo di azione che essi esercitano, per esempio:

  • Ipertrofia prostatica benigna: sono utilizzati estratti a base di serenoa repens e ortica
  • Azione vasoprotettrice: mirtillo, centella, semi di ippocastano
  • Dolori articolari e muscolari: arnica
  • Stati depressivi lievi o moderati: iperico
  • Stress e stati ansiosi: rodiola, luppolo, passiflora
  • Azione sedativa: valeriana o melissa,
  • Azione antispastica, soprattutto a livello epatobiliare
  • Stitichezza occasionale: frutti di senna, semi di ispagula,
  • Raffreddore e congestione delle vie respiratorie: edera, pelargonio
  • Problemi digestivi e mancanza di appetito: genziana, cascara, boldo, rabarbaro
  • Disturbi gastrointestinali: olio essenziale di mente e di cumino
  • Disturbi della menopausa: cimicifuga.

Chi può prescrivere fitoterapici?

I fitoterapici devono essere prescritti dal medico. Anche se alcuni farmaci fitoterapici possono essere acquistati liberamente senza obbligo di prescrizione, è sempre consigliato un consiglio preventivo con il proprio medico. 

Prenota una visita olistica

Fitoterapia e cura: ci sono controindicazioni?

Anche se i fitoterapici sono sostanze vegetali, i loro effetti farmacologici sono confermati e dimostrati, dunque nell’assumerli è bene prestare le stesse attenzioni che si riservano ai farmaci tradizionali. Il prodotto deve essere utilizzato secondo le caratteristiche della persona: quindi, infatti, dunque, 

  • Peso
  • Età
  • Condizioni di salute. 

Quindi, è necessario seguire strettamente le indicazioni in fatto di posologia e modalità di assunzione, per non rendere inefficace o inutile il trattamento. Esattamente come per i farmaci tradizionali, infatti, i farmaci fitoterapici possono provocare effetti collaterali, per esempio:

2022-06-06T16:50:46+02:00 6 Giugno 2022|Categories: Salute|0 Commenti