Ozonoterapia. Di cosa si tratta e a cosa serve

//Ozonoterapia. Di cosa si tratta e a cosa serve

Ozonoterapia. Di cosa si tratta e a cosa serve

  • Ozonoterapia

L’ozonoterapia è un trattamento medico basato su una miscela di ossigeno e ozono con effetti analgesici, antinfiammatori e antibatterici. La sua adozione permette di curare diverse tipologie di disturbi e patologie.

L’ozonoterapia è un trattamento di tipo medico che si basa sulla miscela di ossigeno e di ozono a scopi terapeutici per una grande quantità di patologie e disturbi.

Questa miscela produce una azione infiammatoria, analgesica e antibatterica. Il dottor Ariodante Bonfatti Sabbioni, anestesista rianimatore e ozonoterapista del Santagostino, ci spiega in cosa consiste l’ozonoterapia, a cosa serve, quali benefici produce nelle sue principali applicazioni mediche.

Prenota una visita di ozonoterapia per patologie vertebrali

Cos’è l’ozonoterapia?

L’ozonoterapia è una terapia medica a tutti gli effetti, e va considerata complementare rispetto alle altre terapie convenzionali. Si basa sull’uso dell’ozono, un gas che deriva dall’ossigeno.

In termini più esatti l’ozono medicale risulta essere una miscela di ossigeno e di ozono. Dal momento che l’ozono è un gas altamente instabile, la preparazione di questa miscela avviene immediatamente prima della somministrazione.

Cosa si può curare con l’ozonoterapia?

L’ozonoterapia può essere utilizzare per l’azione antinfiammatoria e analgesica che risulta efficace per il trattamento delle patologie vertebrali. L’uso terapeutico interessa:

Per quanto riguarda le patologie vertebrali, i maggiori benefici si ottengono per l’ernia del disco, tanto la lombare che la cervicale. In queste patologie vertebrali, l’ozonoterapia può determinare il riassorbimento dell’ernia discale, fino alla guarigione definitiva.

In termini più generali l’ozonoterapia risulta efficace per le problematiche in cui i dolori risultano situati a livello delle strutture discali, e articolari, della colonna vertebrale: il dolore viene tenuto sotto controllo. Così è possibile rimandare la soluzione chirurgica, per riservarla solo nei casi più severi.

Tra le problematiche trattabili con ci sono anche:

  • patologie degenerative infiammatorie croniche collegate a radioterapia o chemioterapia
  • patologie sistemiche dall’origine ancora poco conosciuta, come ad esempio la fibromialgia o la sindrome da stanchezza cronica.

L’ozonoterapia viene inoltre adottata nel trattamento del dolore residuo post-chirurgia vertebrale.

Proprietà dell’ozono

L’ozono è dotato di una importante attività antiossidante, ed è in grado di innescare forme reattive dell’ossigeno e prodotti di ossidazione dei grassi. In reazione con i globuli bianchi, favorisce la formazione di proteine, globuli rossi e citochine.

L’ozono può essere utilizzato anche per le sue proprietà antivirali, antibatteriche e antifungine, è poi in grado di produrre un effetto rivitalizzante sui tessuti.

Anche la medicina estetica vede l’uso dei benefici dell’ozono, specie per quanto riguarda il trattamento della cellulite.

Come si effettua una seduta di ozonoterapia?

Sono diverse le modalità con le quali avviene la somministrazione dell’ozono, e ognuna di queste modalità ha uno specifico dosaggio per la miscela di ossigeno e ozono.

Somministrazione per contatto

Quando utilizzato per contatto, si può:

  • applicare l’ozono con appositi sacchetti sopra le ulcere della cute nei casi in cui la guarigione è rallentata da una infezione
  • insufflare, per mezzo di sondini, in modo assolutamente indolore, a livello vescicale. Questo è il trattamento della cistite recidivante nei casi di resistenza alla terapia antibiotica
  • somministrare ozono per via rettale nei casi di disbiosi, quando coliti e infiammazioni non rispondono bene alle comuni terapie. Sono trattate in questo modo anche ragadi o emorroidi.

Somministrazione per iniezione

Una seconda somministrazione avviene per mezzo di una iniezione, immettendo quindi la miscela sottopelle, oppure intramuscolo o ancora intrarticolare. È così che viene sfruttata la capacità dell’ozono di contrastare sostanze che determinano dolore o infiammazione.

Non va dimenticato l’uso per infiltrazione in contesto di traumatologia clinica, per il trattamento di dolori articolari quali l’artrosi, alla spalla o al ginocchio per esempio, o per il trattamento di problematiche tendineo-muscolari.

Somministrazione per via sistemica

Quest’uso avviene attraverso il sangue. Lo specialista svolge un prelievo nella piega del gomito, la modesta quantità di sangue si mescola poi all’ozono ed è reintrodotta.

Ripetuta per circa dieci volte, questa pratica contribuisce al benessere dell’organismo in diversi modi. I globuli rossi, ad esempio, sono resi più elastici e cedono con più agio ossigeno ai tessuti periferici. La somministrazione per via sistemica permette di trattare tutte le patologie caratterizzate dalla carenza di ossigeno periferico dovute a insufficienza circolatoria arteriosa, o patologie da insufficienza respiratoria cronica.

La somministrazione per via sistemica viene adottata come supporto all’organismo per la capacità di resistenza alla fatica e al consumo di ossigeno.

Prenota una visita di ozonoterapia per patologie vertebrali

Ci sono effetti collaterali o controindicazioni?

L’ozonoterapia è del tutto compatibile con ogni altra terapia convenzionale. La pratica è ambulatoriale, in totale sicurezza. Non presenta effetti collaterali né provoca reazioni allergiche.

I pazienti generalmente ben tollerano le applicazioni di ozono, che tuttalpiù possono suscitare in alcuni casi una sensazione di pesantezza o di leggero bruciore, che si risolve in breve tempo e del tutto spontaneamente.

L’unica effettiva controindicazione riguarda i soggetti che soffrono di favismo.

Quanto dura l’effetto dell’ozono?

Una seduta di ozonoterapia innanzitutto ha una durata che va da 10 minuti, nei casi di somministrazione per infiltrazione, fino ai 30, 40 minuti nei casi di somministrazione per via sistemica.

A basse concentrazioni, e in un ambiente acquoso quale è il corpo umano, l’ozono si dissolve molto rapidamente e scompare dall’organismo.

La sensazione di benessere dovuta al trattamento è percepibile fin da subito, ma il trattamento deve essere ripetuto più volte per produrre effetti significativi. Il numero complessivo delle sedute varia in base all’area interessata e al disturbo da trattare. Una media di riferimento è di 10 sedute per ciclo.

Quanto costa una seduta di ossigeno-ozonoterapia?

L’ozonoterapia ha un costo variabile, anche in base alla zona da trattare. Una seduta ha un prezzo compreso tra i 50 euro e i 100 euro.

2023-01-02T16:53:42+01:00 29 Dicembre 2022|Categories: Benessere|0 Commenti