Tutto quello che c’è da sapere sulla biostimolazione

//Tutto quello che c’è da sapere sulla biostimolazione

Tutto quello che c’è da sapere sulla biostimolazione

  • biostimolazione viso

Si tratta di una procedura di medicina estetica che stimola la pelle a rigenerare le cellule dei propri tessuti e le dona maggiore luminosità ed elasticità

L’obiettivo della biostimolazione, che fa parte delle procedure di medicina estetica, è quello di stimolare la pelle a rigenerare i suoi tessuti. Con l’aiuto della dottoressa Erseida Arra, specialista in Medicina Estetica, cerchiamo di capirne di più su questo tipo di intervento, in che cosa consiste e per quali pazienti risulta più adatto.

Prenota una visita di Medicina Estetica

Cosa significa la biostimolazione

La biostimolazione è una procedura di medicina estetica, che ha lo scopo di stimolare la pelle alla rigenerazione tissutale. Con rigenerazione si intende la stimolazione della produzione di collagene ed elastina da parte dei fibroblasti. Collagene ed elastina sono elementi fondamentali che danno alla cute un aspetto più elastico, più compatto e più luminoso. In questo modo si può migliorare non solo la consistenza della pelle, ma anche le rughe fini.

 In che cosa consiste la biostimolazione

La biostimolazione consiste nell’iniezione di un pool di elementi. Tra questi ci sono, ad esempio:

  • minerali
  • vitamine
  • aminoacidi
  • polinucleotidi

Queste sostanze hanno come vettore l’acido ialuronico. L’insieme di questi elementi dona alla cute ciò che le serve per la rigenerazione delle cellule. L’acido ialuronico, invece, non solo stimola ulteriormente i fibroblasti, ma porta ad un’idratazione della cute che le regala turgore e luminosità. 

Le tecniche di biostimolazione possono variare in base alla tollerabilità delle pazienti e dei pazienti. La più efficace è quella a pomfi. Consiste nell‘infiltrazione del prodotto che viene utilizzato per la biostimolazione nella parte più superficiale della pelle. 

Questo comporta un leggero disagio per la paziente, perché i pomfi possono durare anche per 48 ore, visto la superficialità dell’iniezione. 

L’altra tecnica è quella dell’iniezione o a pomfi o in modo reticolare, però più in profondità. In questo caso il disagio è decisamente minore, ma con una lieve differenza nell’efficacia rispetto alla tecnica con i pomfi. Man mano che si eseguono diverse sedute, il riassorbimento dei pomfi è sempre più veloce, in quanto la pelle sarà più idratata e più vitale dalle sedute precedenti. È una procedura veloce in quanto dura non più di 20 minuti.

Quanto dura la biostimolazione?

Siccome la biostimolazione è un processo rigenerativo, i vari protocolli consigliano di eseguire 3-4 sedute ravvicinate, per esempio ogni 2-3 settimane, per poi riprendere qualche seduta di mantenimento ogni 3-4 mesi.

L’effetto della biostimolazione non ha una durata, perché il fisiologico processo di invecchiamento della pelle continuerà il suo corso. Il vantaggio della biostimolazione è che l’invecchiamento cutaneo verrà in qualche modo rallentato.

Quanto costa la biostimolazione?

I prezzi per ogni seduta di biostimolazione variano in base al tipo di prodotto che viene utilizzato e al pool di elementi che il prodotto scelto ha. Nel nostro centro, la seduta di biostimolazione ha un costo di 165€.

Prenota una seduta di biorivitalizzazione

 Per quale tipologia di paziente è più adatta?

La biostimolazione è uno di quei trattamenti che va bene per tutte le età, per tutti i tipi di pelle e può essere eseguito in tutte le stagioni. È una procedura che dona quell’idratazione e quel nutrimento profondo alla cute, di cui tutti abbiamo bisogno. 

Sicuramente una pelle giovane ha bisogno di meno sedute, mentre una pelle più matura potrebbe necessitare di un maggior numero di trattamenti, magari con elementi più nutrienti o rassodanti. In più, ciò che rende valida la biostimolazione è che non cambia minimamente i nostri lineamenti e la nostra mimica. 

È una procedura che non provoca alcun tipo di gonfiore, ma semplicemente dona alla pelle la luminosità e la vitalità di cui ha bisogno. La pelle, dopo le sedute di biostimolazione, appare più sana, soprattutto nelle pazienti che fumano o che stanno perdendo peso nel corso di una dieta

Anche i trattamenti più invasivi, come quelli effettuati mediante acido ialuronico, utilizzati come filler o trattamenti con tossina botulinica, durano e soprattutto rendono molto di più sulle zone trattate precedentemente con sedute di biostimolazione.

2021-12-03T14:20:23+01:00 3 Dicembre 2021|Categories: Benessere|0 Commenti