Qual è la temperatura corporea normale di una persona?

//Qual è la temperatura corporea normale di una persona?

Qual è la temperatura corporea normale di una persona?

  • temperatura-corporea-normale

La temperatura corporea normale di una persona varia in base a diversi parametri. Vediamo quali sono, come si misura e che cosa ne determina il cambiamento.

La temperatura corporea normale dell’organismo è una questione che pone sempre molti interrogativi. Qual è il range entro cui si può considerare nella norma? Ci sono differenze tra i vari momenti della giornata? E quando si ha la febbre?

Il dottor Luca Ponti, medico generico del Santagostino, offre una breve guida sull’argomento, chiarendo cosa indica la temperatura corporea, come si misura e quali sono i valori normali di riferimento. 

Prenota una visita medica generica non specialistica del servizio di Guardia Medica

Cosa indica la temperatura corporea di una persona? 

La temperatura corporea è un parametro vitale che consente di valutare l’efficienza della regolazione termica dell’organismo in base agli sbalzi termici ambientali e all’intensità dell’attività svolta. È anche un indice di adattamento. Essendo un animale a sangue caldo, l’essere umano ha una temperatura corporea fissa che viene mantenuta dall’ipotalamo, una struttura del sistema nervoso centrale, che agisce essenzialmente come un termostato.

Oltre alla regolazione di diverse funzioni somatiche come il sonno e l’assunzione di cibo, l’ipotalamo è in grado di individuare la temperatura dell’organismo e mantenerla fissa, indipendentemente dal contesto ambientale in cui ci si trova. In altre parole, se si è in ambienti freddi, l’ipotalamo provvede a produrre più calore; se si è al caldo, cerca di dispederne di più. 

Qual è la temperatura normale di una persona?

La definizione di temperatura corporea normale è un argomento molto dibattuto. Tendenzialmente una temperatura corporea normale si aggira tra i 35,3 e i 37, 7 °C, con una media di circa 36,7 °C. Questi dati, tuttavia, non sono da considerarsi assoluti. La temperatura, infatti, è una caratteristica del corpo che segue un ritmo circadiano, di conseguenza ha una variazione specifica nei vari momenti della giornata. 

Per esempio, la mattina è più bassa, mentre il picco viene raggiunto nel tardo pomeriggio, il momento in cui la temperatura corporea è più alta. 

Come si misura correttamente la temperatura corporea?

La temperatura corporea può essere misurata mediante modalità differenti, per esempio può essere presa per via:

  • Orale
  • Rettale
  • Ascellare
  • Timpanica.

Questi sono i metodi più usati. Oggi, per via del Covid, è molto in uso la misurazione attraverso la fronte. In teoria, misurare la temperatura per via orale è il metodo più accurato, allo stesso modo abbastanza affidbaile è la misurazione per via ascellare. In genere, la misurazione per via rettale dà una temperatura un po’ più alta della norma, di circa mezzo grado un po’ più alta.

Quando si ha la febbre?

Come avviene per la temperatura corporea normale, anche sulla definizione di febbre non esiste un consenso unanime. In generale, si usa dire che si è in presenza di febbre quando la temperatura corporea supera i 37,8 – 38 °C. Più precisamente:

  • Tra i 37,8 e i 38 °C, si parla di febbricola. 
  • Tra i 38,5 e 38 °C, si ha febbre moderata
  • Sopra i 39 °C, si è in presenza di febbre elevata.

Tuttavia, anche, per quanto riguarda questa condizione, tutto dipende dal momento della giornata. Alcuni autori riportano, per esempio, che se un individuo ha una temperatura mattutina sopra i 37,2 gradi, può essere considerata febbre, mentre nel pomeriggio sopra i 37,7 gradi. Questo avviene perché ci sono dei cambiamenti fisiologici nella temperatura durante le 24 ore.

Qual è la temperatura corporea normale degli adulti? E nei bambini?

La temperatura corporea è, in genere, uguale negli uomini e nelle donne: la media è la stessa. La temperatura corporea normale nelle donne, di solito, è un po’ più bassa nel periodo di pre-ovulazione; quando si ha l’ovulazione e successivamente il ciclo, la temperatura è lievemente più alta di circa 0,5 – 0,8 °C.

Negli anziani è tendenzialmente più bassa, ed è anche meno frequente la febbre, soprattutto la febbre alta, sopra i 39 °C, a meno che non ci si trovi in presenza di stati infiammatori importanti.

La temperatura corporea normale nei bambini, in genere, dovrebbe essere uguale a quella degli adulti. Anche se è possibile dire che i bambini sono più suscettibili ai cambiamenti, sono più reattivi, quindi la loro temperatura può subire più frequentemente variazioni. 

Quanto deve essere la temperatura corporea al mattino?

La temperatura corporea è normale al mattino quando è inferiore ai 37,2 °C. Al di sopra di questo dato, viene considerata febbre. In realtà, più che una questione di quanto deve essere la temperatura, è più appropriato dire quanto non deve essere, anche perché la temperatura varia molto a livello individuale.

E in estate?

Teoricamente, in estate la temperatura può essere un po’ più alta, ma, come abbiamo già detto, essendo un animale a sangue caldo, dotato di termostato interno, nell’uomo la temperatura rimane sempre stabile, indipendentemente dalla stagione. Il range di riferimento è sempre lo stesso.

Cosa può influenzare la temperatura corporea?

La temperatura corporea può essere influenzata da diversi fattori. Come accennato prima, innanzitutto, cambia durante il giorno, in modo fisiologico. Tra le condizioni che possono influenzarla figurano:

Un lieve aumento della temperatura può esserci anche in caso di attività fisica e stanchezza. 

Prenota una visita medica generica non specialistica del servizio di Guardia Medica

Quando è necessario rivolgersi al medico

In presenza di febbre conclamata, sopra i 38 °C è bene contattare il proprio medico, soprattutto perché è necessario valutare il paziente a livello sistemico e individuare le cause dell’alterazione. 

Come detto in precedenza, è sempre utile considerare il pattern dell’alterazione: se si presenta solo la mattina o anche di sera.

In generale, la febbre è un meccanismo di difesa, il sintomo di una condizione patologica, dunque è sempre consigliabile sottoporsi a un controllo medico. 

Quando la temperatura supera i 40 °C, oltre a un intervento medico, è necessario raffreddare il corpo per farla scendere, per esempio, con panni umidi o bagni freddi.

2022-11-15T14:54:21+01:00 15 Novembre 2022|Categories: Salute|0 Commenti