10 consigli sullo sport in gravidanza

//10 consigli sullo sport in gravidanza

10 consigli sullo sport in gravidanza

  • gravidanza sport

 

Sport in gravidanza: fa bene o va evitato? Quali sono i rischi e quali i benefici per la mamma e il nascituro? Il decalogo delle ostetriche per un giusto movimento in dolce attesa.

di Michela Bardino e Francesca Mulas

Per le donne in gravidanza l’attività fisica e lo sport sono da sempre oggetto di numerosi dubbi, di qualche paura e di voci poco attendibili sui rischi per il bambino e per il parto.

Praticare attività fisica aiuta ad alleviare alcuni dei sintomi tipici della gravidanza come l’irregolarità intestinale o le gambe gonfie e secondo un recente studio della Thomas Jefferson University non aumenta il rischio di parto prematuro, riduce ipertensione e diabete -condizioni che possono avere effetti negativi sulla gestazione- e diminuisce il ricorso al parto cesareo.

Insomma, fare movimento è in generale una buona abitudine e quando si è incinte non è diverso, anche se è importante un po’ di attenzione in più.

Ecco 10 punti che è importante tenere a mente per un pancione allenato:

  1. Se non praticate attività fisica regolarmente, la gravidanza è un buon momento per iniziare. Se siete già sportive, continuate l’allenamento, ma non intensificate i ritmi;
  2. Ascoltate il vostro corpo: se siete abituate a fare molto sport, non preoccupatevi di rallentare e cedere ogni tanto alla normale stanchezza fisica della gravidanza;
  3. L’attività aerobica col pancione va bene, ma non va praticata per più di 30 minuti;
  4. Ricordarsi di bere molta acqua mentre si fa esercizio;
  5. Prima o dopo l’attività fisica fare sempre uno spuntino;
  6. Fortemente sconsigliati sono gli sport a rischio di caduta (arrampicata, equitazione, camminate in montagna);
  7. Per la bicicletta non ci sono forti controindicazioni, ma è bene non sottovalutare il rischio di cadute. Se è un modo per fare movimento, è certamente più consigliato camminare;
  8. Correre va bene se si è già allenate, mantenendosi sempre sotto i 30 minuti. Se non avete mai corso prima è meglio camminare;
  9. Dopo il parto, addome e pavimento pelvico hanno bisogno di un periodo di riposo di circa 2 mesi durante il quale l’attività fisica va sospesa;
  10. Il nuoto è lo sport migliore per le donne incinte: brucia molte calorie, il rischio di traumi è basso e da sollievo ai problemi posturali della gravidanza.
2017-07-05T18:25:50+02:00 14 Luglio 2016|Categories: Salute|0 Commenti