Cosa provoca la stitichezza? Cause, rimedi e falsi miti

//Cosa provoca la stitichezza? Cause, rimedi e falsi miti

Cosa provoca la stitichezza? Cause, rimedi e falsi miti

  • stitichezza

Il dott. Pasquale Ventura ci spiega cos'è la stitichezza, quali sono le cause e i rimedi e sfata alcuni falsi miti.

La stitichezza può essere a tutti gli effetti una condizione problematica, ma viene considerata spesso erroneamente una patologia primitiva. In realtà, dobbiamo imparare a considerare la stitichezza come un sintomo e a leggerla come potenziale campanello d’allarme per altre patologie.

Prenota una visita proctologica

Quali sono i sintomi della stitichezza?

Si parla di stitichezza quando qualcuno dei sintomi di seguito elencati si manifesta nell’arco di 12 settimane all’anno, non necessariamente in maniera consecutiva. Nello specifico, i sintomi possono essere:

  • evacuazione inferiore a 2 volte a settimana
  • senso di incompleta evacuazione
  • sforzo eccessivo e prolungato per defecare
  • feci con forma particolare ed eccessivamente dure
  • obbligatoria stimolazione manuale per espulsione del bolo fecale

Cosa può provocare stitichezza? Le possibili cause

Le cause della stitichezza possono dipendere da una ridotta funzione intestinale ed essere:

  • cause organiche intrinseche all’intestino, come malattia diverticolare, patologie tumorali, patologie del canale anale come emorroidi, ragadi
  • patologie sistemiche, come diabete, ipofunzione tiroidea, malattie neurologiche
  • primitive organiche, come la scarsa assunzione di fibre o liquidi

Quando una o più di queste cause permangono nel tempo e non vi si pone rimedio si può andare incontro ad una situazione di stitichezza cronica.

Quali sono i rimedi più efficaci in caso di stitichezza? Quali cibi aiutano a defecare?

La possibilità di porre rimedio alla stitichezza può arrivare grazie a più soluzioni. La terapia più importante, sicuramente il provvedimento da seguire in primis, è la terapia dietologica. In questo ci viene in aiuto la nostra origine mediterranea, in quanto la dieta mediterranea rappresenta una ottima terapia per combattere la stitichezza. La dieta mediterranea è infatti ricca di fibre e scorie che assorbono rilevanti quantità di acqua, aumentando il volume delle feci e rendendole più morbide. Questo aumento di massa fecale accelera la velocità di transito intestinale diminuendo l’assorbimento di nutrienti e facilitando in questo modo l’evacuazione anche delle feci dure.

Ovviamente in alcuni casi la dieta non è l’unico rimedio, ma ci sono altre piccole “grandi” strategie terapiche che possono aiutare chi soffre di stitichezza:

  • bere almeno 2 litri di acqua al giorno
  • probiotici (fermenti lattici)
  • prebiotici (favoriscono lo sviluppo di un’adeguata flora intestinale)
  • consumare preferibilmente cereali integrali
  • attività fisica e/o meditazione

Vi sono casi in cui potrebbe essere utile agire in maniera più incisiva, dove per risolvere una situazione critica può essere richiesto un intervento chirurgico. Tuttavia si tratta di una pratica non molto frequente e non consigliata. 

Verità e falsi miti sulla stitichezza

Nell’immaginario collettivo sono presenti tutta una serie di cosiddetti “falsi miti” per combattere la stitichezza, che molto spesso tuttavia non hanno alcun fondamento terapeutico. Alcuni esempi:

  • “Per essere regolari è necessario andare di corpo una volta al giorno” – FALSO

É dimostrato che ogni organismo ha un suo ritmo e viene considerato la variabilità nella frequenza della defecazione può essere molto ampia, tra chi evacua tre volte al giorno e chi tre volte a settimana.

  • “Ignorare lo stimolo a defecare può favorire la stipsi” – VERO

Se ignoriamo sistematicamente questo stimolo, forzando lo sfintere a rimanere chiuso, potrebbe a lungo andare alterarsi il riflesso legato allo stimolo della defecazione. Trovare quindi il modo di poter evacuare, compatibilmente con le condizioni igienico-sanitarie in cui ci troviamo, aiuta a prevenire questo potenziale problema.

  • “La stipsi è un disturbo cronico a cui bisogna rassegnarsi” – FALSO

No, la stipsi non dura in eterno. Va invece gestita e ne vanno comprese le cause, consultando uno specialista e individuando i giusti rimedi per ogni persona. Non è detto che il rimedio che ha funzionato per altri sia quello adatto a noi e non dobbiamo scoraggiarci se non troviamo da soli una soluzione.

  • “La stitichezza si risolve con le supposte o i microclismi di glicerina che non hanno controindicazioni” – FALSO

No, le supposte e microclismi vanno usati solo in caso di effettivo bisogno, quando in occasioni specifiche e sporadiche si verificano episodi limitati nel tempo. Non possono rappresentare un modus operandi da adottare con continuità.

  • “La stitichezza può dipendere dallo stile di vita” – VERO

Alimentazione, stile di vita e attività fisica hanno un grande impatto sul nostro transito intestinale, influendo anche sulla motilità, sulla frequenza e sulla velocità con cui le feci vengono evacuate. Osservare alcune sane abitudini e uno stile di vita attivo aiuta anche a combattere l’insorgere della stitichezza.

  • “I lassativi sono la soluzione più efficace” – FALSO

No, i lassativi sono da utilizzare sempre e solo su indicazione del medico e per periodi di tempo limitati. Esistono diverse classi di lassativi, specifiche per determinati tipi di stitichezza e un loro abuso può creare, a lungo andare, assuefazione e modifiche nella motilità intestinale.

  • “Chi è stitico deve sforzarsi di bere 2 o 3 bicchieri di acqua a digiuno” – NON PER FORZA

Non è detto che la stitichezza sia dovuta ad una ridotta quantità di acqua e, quindi, a feci dure. le cause possono essere anche legate a fattori come una ridotta motilità intestinale, su cui l’acqua ha poca influenza.

  • “Frutta e verdura a volontà fanno sempre bene” – FALSO

Così come vale per l’acqua, anche le fibre contenute nei vegetali non rappresentano la panacea di tutti i mali. In alcuni casi, al contrario, quando il colon è irritato per condizioni parallele, potrebbe rivelarsi controproducente e favorire fenomeni altrettanto problematici.

  • “Clisteri e irrigazione del colon sono un modo efficace per prevenire o curare la stitichezza” – FALSO

No, la stitichezza non riguarda solo la quantità di feci nell’intestino e prevenire un loro accumulo svuotando artificialmente l’intestino non previene questa condizione. Si tratta di rimedi da usare all’occorrenza su consiglio del medico e per un tempo limitato.

In definitiva, la stipsi o stitichezza non va demonizzata e non bisogna creare falsi allarmismi. È fondamentale che all’inizio dell’insorgere di questi disturbi venga fatto un punto serio della situazione, analizzando caso per caso e scegliendo la terapia o la combinazione di terapie più adatte alla persona.

2021-10-14T10:57:38+02:00 12 Ottobre 2021|Categories: Benessere|0 Commenti