Quando tagliare le unghie ai neonati?

//Quando tagliare le unghie ai neonati?

Quando tagliare le unghie ai neonati?

  • tagliare-unghie-neonati

Il taglio delle unghie è un'operazione che rientra a pieno titolo tra le cure primarie da dedicare a un neonato. Scopriamo quando e come iniziare a farlo.

Tagliare le unghie ai neonati è spesso un motivo di preoccupazione nei genitori, che si chiedono quando sia il momento più opportuno per farlo o temono di poter far male ai piccoli. 

La cura delle unghie è tuttavia di grande importanza fin dai primissimi mesi di vita. I bambini hanno infatti la tendenza a muoversi molto con gli arti e spesso rischiano di graffiarsi se le unghie sono troppo lunghe, specialmente se si considera che nei lattanti queste crescono molto più rapidamente rispetto ai bambini più grandi o agli adulti.

Come comportarsi? Scopriamo con il dott. Vincenzo Tomaselli, pediatra del Santagostino, qual è il momento migliore per iniziare a tagliare le unghie e come farlo in sicurezza.

Prenota una visita pediatrica

Perché non tagliare le unghie ai neonati?

Secondo una credenza ancora molto diffusa, prima del primo mese di vita le unghie dei neonati non andrebbero accorciate. Si tratta tuttavia di una nozione smentita dai pediatri: sebbene nelle prime due-tre settimane le unghie siano molto delicate e morbide, è possibile comunque limarle senza rischiare di creare danni o far male al bambino.

L’ideale è utilizzare una lima di cartone, particolarmente indicata nel caso di un neonato perché, vista la sua maggiore morbidezza, non danneggia l’unghia e non causa dolore al piccolo.

Quando iniziare a tagliare le unghie ai neonati?

Come si è visto, le unghie del neonato possono essere accorciate fin dai primi giorni di vita con l’ausilio di una lima.

Dopo circa tre settimane o un mese si può procedere al taglio usando un paio di forbicine dalla punta arrotondata specifiche per neonati, che è possibile acquistare in farmacia o in negozi per bambini. Meglio evitare il tagliaunghie, adatto soltanto ai bambini di età superiore.

Il momento ideale per tagliare le unghie è quando il bambino è sereno e rilassato, come per esempio:

  • dopo il bagnetto, come suggeriscono anche le indicazioni del Ministero della Salute
  • durante o subito dopo la poppata
  • mentre dorme.

È consigliabile invece soprassedere e rimandare l’operazione nei momenti in cui il piccolo è irrequieto, dal momento che potrebbe indispettirsi.

Come tagliare le unghie in modo corretto?

Per tagliare le unghie di un neonato in sicurezza si può procedere nel seguente modo:

  • posizionarsi in una zona ben illuminata, che consenta di avere una buona visibilità 
  • tenere ben salda la mano del bambino per evitare che possa farsi male qualora si muova all’improvviso. L’ideale è essere in due: una persona terrà il bambino, l’altra si occuperà del taglio
  • tirare con delicatezza la pelle del polpastrello verso il basso così da agevolare il taglio
  • fare un taglio dritto senza seguire la curva dell’unghia e in seguito limare gli angoli che sono rimasti appuntiti
  • non accorciare troppo le unghie per non rischiare di causare unghie incarnite o piccoli sanguinamenti.

Anche per quel che riguarda le unghie dei piedi il taglio va effettuato in linea retta, ma in questo caso si raccomanda di mantenere gli angoli ai due lati delle unghie, senza limarli. 

Generalmente l’operazione di taglio va ripetuta una volta a settimana nel caso delle unghie delle mani, considerato il ritmo di crescita molto veloce. Per i piedi sarà sufficiente un paio di volte al mese, visto che le unghie in questo caso crescono più lentamente.

Prenota una visita pediatrica

Come evitare che il neonato si graffi?

Per il semplice fatto di aver abbandonato il grembo materno, quella “bolla” che lo avvolgeva e ne attutiva i movimenti, ogni neonato è portato a muoversi spesso per esplorare il proprio corpo e lo spazio che gli sta intorno: agita braccia e gambe, le porta al viso e alla bocca. Così facendo, capita che accidentalmente si graffi o pizzichi, specie quando ha le unghie più lunghe.

Per cercare di impedirlo, oltre a tenere le unghie corte, si possono seguire due semplici rimedi:

  • utilizzare dei guanti in cotone per neonati, molto utili anche per riparare dal freddo
  • nel caso in cui il bambino tenda a portare spesso le mani al viso, avvolgerlo con una coperta utilizzando la tecnica dello swaddle, che permette di contenerne i movimenti e, insieme, di calmarlo.
2022-12-05T12:05:48+01:00 5 Dicembre 2022|Categories: Famiglia|0 Commenti