Mesomorfo: tutte le caratteristiche di questo somatotipo

//Mesomorfo: tutte le caratteristiche di questo somatotipo

Mesomorfo: tutte le caratteristiche di questo somatotipo

  • Mesomorfo fisico

Si tratta di un somatotipo caratterizzato da un’elevata percentuale di massa magra, una forte muscolatura e una grande struttura ossea

Il mesomorfo è uno dei tre somatotipi teorizzati dallo psicologo e medico statunitense William Herbert Sheldon negli anni Quaranta del Novecento (gli altri due sono endomorfo ed ectomorfo). Nel 1967 gli statunitensi Barbara H. Heath e J.E. Lindsay Carter, già collaboratori di Sheldon, rielaborarono i suoi concetti. Per farlo si avvalsero anche del contributo di Parnell fondando il metodo Heath-Carter attualmente in uso.

La teoria dei somatotipi è nata con l’idea di descrivere le caratteristiche fisiche, morfologiche e psicoattitudinali di ciascun individuo.

Oggi, gli studi di Sheldon appaiono superati per quanto riguarda l’associazione tra una certa struttura morfologica e determinate caratteristiche psicoattitudinali. Ciò che è stato mantenuto e ripreso dalla letteratura medica successiva è la parte della teoria relativa alla composizione corporea.

Il sistema del somatotipo di Heath-Carter rimane ad oggi il modello tutt’ora in uso e come metodo di riferimento per determinare le caratteristiche antropometriche di un soggetto, capace di fornire una descrizione generale della forma e della composizione (sintesi quantitativa) del corpo, indipendentemente dalla statura.

Il sistema di Heath-Carter nello specifico e le rilevazioni antropometriche in generale, trovano applicazione nella selezione degli atleti in base alle loro caratteristiche fisiche, per identificare le discipline sportive nei quali avranno un vantaggio secondo i loro valori antropometrici rilevati.

In questo articolo, proveremo a fare chiarezza sulla definizione di mesomorfo e sulle sue caratteristiche con l’aiuto del dottor Andrea Fiantanese, biologo nutrizionista del Santagostino.

Prenota una visita nutrizionistica

Mesomorfo e collocazione nella somatocarta

Realisticamente, un individuo non rientra esclusivamente all’interno di una sola categoria somatotipica. Può avere, invece, una prevalenza di determinate caratteristiche morfologiche cioè più o meno marcatamente determinate componenti di un certo somatotipo.

La somatocarta – un grafico costituito da un insieme che presenta i tre somatotipi alle tre estremità – è stato elaborato per collocare a livello visivo un soggetto in base alle sue caratteristiche fisiche e morfologiche. Per ogni somatotipo, in base anche alle rilevazioni effettuate sul soggetto, viene assegnato un punteggio da 1 a 9 a seconda che il soggetto sia più o meno vicino alle caratteristiche di una certa categoria piuttosto che un’altra.

Le misurazioni, in particolare, sono volte a rilevare peso e statura eretta; circonferenza del braccio flesso e contratto e del polpaccio mediale; pliche sottoscapolare, sovraspinale, tricipitale e polpaccio mediale; diametri ossei del ginocchio e del gomito.

Caratteristiche del mesomorfo

Un soggetto con prevalenza di componente mesomorfa è caratterizzato da:

  • alta percentuale di massa muscolare
  • spalle larghe
  • vita stretta
  • tronco solido

Le caratteristiche fisiche di un soggetto di questo tipo lo rendono idoneo alla pratica di una vasta gamma di attività sportive.

I soggetti con caratteristiche spiccate verso la componente mesomorfica tendono ad avere un alta percentuale di massa muscolare, e tendono ad avere un metabolismo basale alto che permette loro, finché si mantengono attivi ed aderenti ad uno stile di vita sano, di non accumulare massa grassa in sede addominale/viscerale.

Negli studi di Sheldon, queste caratteristiche fisiche erano associate ad un preciso profilo psicologico. Secondo la teoria del medico statunitense, infatti, i mesomorfi erano individui particolarmente attivi e impegnati e portati alla pratica di sport da combattimento. Studi successivi hanno ampiamente smentito e superato questa parte della teoria, oggi non più presa in considerazione.

Dieta e attività fisica del mesomorfo

I soggetti con prevalenza del somatotipo mesomorfo tendono a vedere più rapidamente i risultati di programmi di allenamento volti all’aumento della massa magra, in particolare della massa muscolare.

In base al tipo di disciplina sportiva praticata possono rendere più evidente la loro massa muscolare a differenza di quanto accade per i somatotipi endomorfo ed ectomorfo che presentano masse muscolari meno evidenti.

Un soggetto con caratteristiche mesomorfiche dovrà impostare il suo regime alimentare tenendo in considerazione:

  • valutazione dello stato nutrizionale
  • tipologia di attività praticata
  • frequenza della pratica

Generalmente un soggetto mesomorfo a causa della percentuale di massa muscolare più elevata presenta un metabolismo basale più alto motivo per cui il suo apporto energetico potrebbe essere superiore rispetto ai soggetti con caratteristiche endomorfiche e ectomorfiche.

Un soggetto con componenti spiccate verso il somatotipo mesomorfo potrebbe incrementare la propria massa grassa più lentamente rispetto ad un soggetto con componenti spiccate verso il somatotipo endomorfo, anche se queste considerazioni vanno inquadrate all’interno della dimensione del singolo soggetto.

2021-12-14T09:56:27+01:00 14 Dicembre 2021|Categories: Benessere|0 Commenti