Qual è la differenza fra cellulite e ritenzione idrica?

/, Star bene/Qual è la differenza fra cellulite e ritenzione idrica?

Qual è la differenza fra cellulite e ritenzione idrica?

  • differenza cellulite ritenzione idrica

Da cosa sono causate, in cosa si differenziano, come combatterle e a chi rivolgersi per ottenere risultati e benefici su due dei problemi più diffusi tra gli inestetismi della cute

Molti pazienti si chiedono qual è la differenza fra ritenzione idrica e cellulite, due fra i più diffusi inestetismi della cute. È possibile affermare che la cellulite è un’evoluzione della ritenzione idrica e ne rappresenta lo stadio più avanzato. Hanno entrambe una componente ormonale legata agli ormoni estrogeni: per questo motivo vi è una maggiore predisposizione nelle donne.

Differenza cellulite e ritenzione idrica

La ritenzione idrica è data da un eccesso di liquidi accumulati nel compartimento extracellulare. Le zone più colpite sono cosce, fianchi glutei e a volte anche braccia. In questo caso la cute appare tesa e dolorante al tatto.

La cellulite non è altro che la ritenzione idrica prolungata nel tempo, la quale stimola una infiammazione cronica portando alla produzione di fibroblasti. Si creano così dei setti fibrotici che causano quello che nel linguaggio comune si chiama “buccia d’arancia” o, nei casi più gravi, cute poco elastica e spenta.
Pertanto le cause della cellulite sono identiche a quelle della ritenzione idrica.

Ritenzione idrica, quali sono le cause

Le cause della ritenzione idrica possono essere molteplici e coestistenti.

  • La predisposizione genetica. Sono stati sono evidenziati due geni che danno predisposizione alla formazione di cellulite.
  • Lo stile di vita, in particolare un’alimentazione ricca di sale e di conservanti, il cui deposito nel tessuto adiposo richiama acqua per osmosi causando la ritenzione.
  • La quantità di adipe. Il tessuto adiposo è il substrato per l’accumulo delle tossine e conservanti. Più grasso è presente più alto sarà il rischio di accumulo delle scorie che causano la ritenzione.
  • Problemi della circolazione (legati al sistema venoso o quello linfatico). Ad esempio, una fragilità capillare può facilitare la fuoriuscita del liquido dal vaso al tessuto connettivale, aumentando i liquidi nel compartimento extracellulare. Se abbiamo anche un blocco del sistema linfatico, questi liquidi non vengono spazzati via.

Cos’è che fa venire la cellulite?

Come detto, i fattori che causano la ritenzione idrica e quelli che scatenano successivamente la cellulite sono i medesimi.

La cellulite, in base alla gravità, è caratterizzata da:

  • irregolarità del tessuto della cute,
  • una cute poco elastica,
  • aspetto della cute asfittico dovuto alla compromissione del microcircolo.

Come eliminarle? Quali i rimedi più efficaci?

Essendo legate a diverse cause, per eliminare il problema bisogna agire in più fronti.

  • Seguire una dieta equilibrata ricca di frutta e verdure, eliminando gli insaccati che sono ricchi di sale e conservanti.
  • Agire sulla diminuzione del peso per ridurre il grasso, anche con trattamenti liporiducenti.
  • Intervenire sul microcircolo, assumendo integratori drenanti che aiutano ad eliminare i liquidi extracellulari; facendo bagni caldo-freddo; con terapie mediche come la mesoterapia, un trattamento farmacologico contro la cellulite che consiste nell’iniettare sottopelle dei farmaci specifici, al livello del derma, per eliminare tutte le tossine e la ritenzione idrica del tessuto colpito.
  • Agire sulla stasi linfatica con massaggi linfodrenanti

Quali risultati si ottengono?

Si eseguono dei cicli d’urto che durano 2-3 mesi se fatti con regolarità. Si effettuano poi dei richiami e delle sedute di mantenimento una volta l’anno. Lavorando in sinergia, quindi con terapia medica, linfodrenaggio, assunzione di integratori, miglioramento dello stile di vita, si vede un miglioramento notevole al rispetto quadro iniziale.

Quanto può essere utile camminare per eliminare la cellulite?

La camminata è utile perché aiuta nella riduzione di peso e soprattutto nella circolazione. Si consigliano 8-10mila passi giornalieri. Ovviamente questo non basta perché agisce solo contro una delle cause della cellulite. La più efficace è la terapia integrata che vada ad agire su tutte le cause.

Come intervenire sui due problemi quando interessano ginocchia e gambe?

Molto spesso il paziente con problemi di cellulite a uno stadio avanzato presenta un edema a livello della caviglia e un aumento del volume della zona attorno al ginocchio.
A livello della caviglia si tratta di un accumulo di liquidi, mentre a livello del ginocchio può trattarsi di adipe misto ad edema (ritenzione).
Il ginocchio si può trattare con mesoterapia. Invece per la caviglia, basterà lavorare sulla parte alta a livello della coscia e migliorerà tutta la circolazione della gamba. Una minore compressione sui vasi porterà a una circolazione venosa e linfatica più efficace.
Già dopo 3-4 sedute di trattamento del ginocchio e della coscia, la caviglia risulta sgonfia.

Quando rivolgersi al medico e quando è sufficiente rivolgersi all’estetista?

Sicuramente i primi stadi della ritenzione idrica possono essere trattati anche dall’estetista con i massaggi connettivali. Date le molteplici cause alla base di ritenzione idrica e cellulite, è sempre più corretta una valutazione medica perché riesce a indagare tutte le problematiche su cui agire.
Solo nella prima fase della ritenzione idrica, trattamenti effettuati dall’estetista, in alcuni casi, possono essere sufficienti. Nei casi di ritenzione idrica importante o di cellulite è necessario rivolgersi al medico.

In sintesi, il quadro completo dei rimedi più efficaci comprende:

  • bere ogni giorno una quantità di acqua pari a 30-40 ml per chilo di peso corporeo. Ad esempio una donna che pesa 60 kg dovrà bere poco più di 2 litri d’acqua al giorno.
  • Mesoterapia.
  • Intralipoterapia (in presenza di cuscinetti).
  • Linfodrenaggio (massaggi) alcuni giorni dopo il trattamento medico.
  • Integratori drenanti per bocca che aiutano a eliminare tossine e liquidi in eccesso.
  • Una crema anticellulitica o rassodante in base alla gravità della cellulite.

Foto: Woman photo created by master1305 – www.freepik.com

2021-03-30T17:25:52+02:00 8 Marzo 2021|Categories: Salute, Star bene|0 Commenti